Ultima tappa di degustazione del Carciofo di Paestum IGP alla Ristopescheria Marechiaro di Capaccio Paestum

Arrivano alla conclusione le 10 degustazioni previste per la campagna di valorizzazione del Carciofo di Paestum IGP, promossa da Terra Orti e finanziata dalla misura 3 Tipologia di intervento 3.2.1 del P.S.R. Campania 2014 – 2020 che, per chiudere, presenta l’ultima tappa presso la Ristopescheria Marechiaro di Capaccio Paestum (Sa).

 

Con l’aumento delle temperature e l’avvicinarsi dell’estate, non poteva esserci scelta più azzeccata di quella di accostarci ai sapori del mare con una degustazione a base di pesce, iniziata con un antipasto di carciofo spaccato e scottato, con gamberetti in padella su glassa balsamica. Il pranzo è continuato con paccheri con lamelle di carciofi, cernia e vongole seguito da un filetto di orata con carciofi accompagnato da patate al forno.

 

I sapori delicati e profumati del mare hanno chiuso al meglio gli eventi di degustazione, confermando il raggiungimento dell’obiettivo di dimostrare come il Carciofo di Paestum IGP sia versatile in cucina. A confermarlo, il Nutrizionista Emanuele Alfano, che riafferma di come tutti i modi di cucinarlo che abbiamo toccato con mano, altro non siano che tutte le possibili varianti di piatti che uniscano il gusto alle capacità nutrizionali del Carciofo di Paestum IGP, fondamentale per una dieta sana ed equilibrata e che si associa alla perfezione a numerosi metodi di cottura.

La Dottoressa in Scienze Ambientali, Rosa Fierro, ha invece provveduto a raccontare ai presenti le particolarità territoriali che rendono unico il territorio e che permettono al carciofo di ottenere il riconoscimento europeo, massima dimostrazione di qualità.

 

All’evento era presente anche il Presidente del Consorzio di Tutela del Carciofo di Paestum IGP, Alfonso Esposito, che ci ha tenuto a ringraziare tutti i ristoranti che hanno ospitato gli eventi e tutti gli ospiti che hanno preso parte con gran coinvolgimento: “per il Consorzio è un gran traguardo suscitare interesse nei consumatori, che siano indiretti o finali. Associare la praticità delle degustazioni ad interventi istruttivi è stato un binomio che ci ha portato ad imprimere nei presenti quello che tutti i valori che i produttori mettono nel loro lavoro. È con queste piccole ma grandi iniziative che possiamo inserire nel mercato un prodotto di eccellenza che merita il posto d’onore sulle tavole italiane.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.